fbpx

Pessima qualità dell’aria indoor? Colpa del freddo e del riscaldamento domestico

Una problematica che aumenta nei mesi invernali

Una problematica che aumenta nei mesi invernali

Con l’arrivo dei mesi più freddi dell’anno la necessità di un ambiente domestico più caldo comporta l’accensione del riscaldamento ed un minore ricircolo d’aria, causato principalmente dalla chiusura delle finestre.

Le azioni che però si compiono per avere un ambiente più caldo hanno come diretta conseguenza un peggioramento della qualità dell’aria indoor. Troppo spesso, però, questo problema è sottovalutato e non vengono intraprese adeguate misure contenitive.

Pulire bene con Sistem Air

Pulire bene con Sistem Air

Svolgere con regolarità e approfonditamente le pulizie domestiche è il primo passo necessario da compiere per garantirsi anche nei mesi invernali un ambiente salubre in cui vivere. Questo in virtù soprattutto del minor ricircolo d’aria, tipico di questa stagione, e del conseguente aumento del livello di polveri e micropolveri tra le mura domestiche.

È importante allora fare in modo che la stessa attenzione messa per scegliere il miglior sistema di riscaldamento possibile per la nostra casa, sia posta anche nella scelta degli strumenti più idonei a garantire un ambiente davvero salubre e pulito.

L’aspirapolvere centralizzato di Sistem Air rappresenta a questo proposito la soluzione ideale per espellere all’esterno, in maniera veloce e approfondita tutte le micropolveri depositate sulle superfici delle nostre abitazioni.

Il potente e silenzioso sistema di aspirazione Sistem Air vi permette di pulire le vostre case lasciandovi un ambiente indoor che non sia solo caldo ma anche pulito.

Se ancora dovete iniziare le pulizie autunnali, trovate qui tutto quello che c’è da sapere.

I consigli che non ti aspetti

I consigli che non ti aspetti

Al netto delle pulizie da svolgere regolarmente, ci sono degli accorgimenti che se seguiti con costanza possono portare comprovati vantaggi nella qualità dell’aria indoor.

Il primo suggerimento viene direttamente dal fondatore di Biosafe Arch. Leopoldo Busa (che potete ascoltare nel webinar “Misurare la qualità dell’aria indoor” realizzato da Sistem Air, ndr) che afferma come sia indispensabile tenere il termostato ambiente su una temperatura che non supera mai i 20°. Questo perché all’aumento della temperatura corrisponde un aumento della volatilità dei composti chimici nocivi che si trovano in un ambiente abitato.

Per l’architetto è sempre consigliabile indossare un calzino in più o un maglione più pesante che non alzare la temperatura del riscaldamento domestico.

Non solo, un altro suggerimento è di aprire le finestre per qualche momento durante il giorno, magari nelle ore meno fredde, o quando si è appena finito di cucinare o di farsi la doccia per mantenere sotto controllo l’umidità.

Infine, non fumare in casa e cambiare i filtri dei condizionatori a ogni inizio stagione, lavandoli con acqua e sapone, sono due suggerimenti che uniti agli altri possono garantirvi un ambiente domestico sano e sicuro.

Il blog della salute

Open chat