fbpx

L’arrivo della primavera porta l’allergia in casa

Umidità, polvere, poca ventilazione: i fattori da tenere sotto controllo

Umidità, polvere, poca ventilazione: i fattori da tenere sotto controllo

L’inverno sembra stia per finire davvero, ma non tutti sono felici dell’arrivo della primavera. Perché? Perché la primavera coincide per molti con il fastidioso problema delle allergie.

Starnuti, naso che prude, gola irritata, occhi lacrimanti e malesseri di ogni genere vengono per lo più associati ai pollini portati in giro dal vento all’esterno delle nostre abitazioni. Ma troppo spesso si sottovaluta il fatto che gli agenti allergenici si trovano principalmente all’interno delle nostre case. E sono generati soprattutto da polvere, umidità e da ambienti eccessivamente riscaldati.

Senza dimenticare il ruolo giocato dai filtri degli elettrodomestici che, se non adeguatamente puliti, costituiscono il luogo ideale per l’annidamento di polveri e micropolveri in grado di provocare allergie.

I consigli per liberare la casa dalle allergie

I consigli per liberare la casa dalle allergie

Per evitare che la primavera diventi un periodo da incubo per i soggetti allergici, è necessario adottare ogni tipo di misura, soprattutto preventiva, in grado di eliminare elementi determinanti come polveri e micripolveri.

In primo luogo, è utile tenere sotto controllo il livello di umidità. Che deve essere sempre attorno al 50% perché un ambiente troppo umido favorisce la proliferazione degli acari mentre un ambiente troppo secco aiuta la circolazione della polvere.

Bisogna poi tenere sotto controllo la pulizia dei filtri di tutti gli elettrodomestici presenti in casa. Evitando, inoltre, proprio di utilizzare scope elettriche o aspirapolvere tradizionali perché al di là della pulizia dei filtri questi elettrodomestici rimettono in circolo attraverso lo sfiato del motore la maggior parte delle micropolveri aspirate. Non portando alcun beneficio concreto per i soggetti allergici.

Il nostro ruolo e quello dell’aspirapolvere centralizzato

Il nostro ruolo e quello dell’aspirapolvere centralizzato

Occorre ricordare che i principali portatori di allergeni siamo noi. Ogni volta che rientriamo in casa, infatti, ci portiamo dietro la polvere e la sporcizia “raccolti” all’esterno. Oltre alla pulizia degli ambienti, quindi, è importante mantenere un alto livello di igiene personale.

L’aspirapolvere centralizzato rappresenta, a differenza dei più comuni elettrodomestici adottati per le pulizie della casa, l’unica soluzione in grado di garantire un ambiente indoor non solo pulito ma anche libero da agenti allergenici. Grazie allo sfiato esterno e alla sua potenza aspirante polveri e micropolveri sono davvero eliminate ed espulse fuori dall’abitazione.

L’utilizzo di spazzole dedicate per ogni tipologia di superficie permette una pulizia approfondita dei luoghi dove più si annidano gli agenti allergenici. Dai pavimenti sino ai tappeti e ai materassi senza alcuna distinzione.

Il blog della salute